11 giugno 2016 Apicoltura

Le api “scrivono” sui fiori

Le api “scrivono” per aiutare le sorelle bottinatrici a velocizzare la raccolta del nettare.

Se osserviamo un’ape bottinatrice in volo su un campo di fiori, alla ricerca di nettare o polline, notiamo che non controlla ogni singolo fiore. Questo perché le api sono guidate da “messaggi” lasciati dalle bottinatrici che le hanno precedute allo scopo di informare coloro che seguiranno.
L’ape che raccoglie l’ultima goccia di nettare “marchia” infatti il fiore rilasciando una sostanza chimica che per le altre api significa che il nettare è già stato raccolto: potremmo dire che lascia una sorta di post-it con scritto “vuoto”. Così le altre api non sprecano tempo.
I fiori hanno bisogno di tempo per ripristinale le scorte di nettare che sono state prelevate e il “messaggio” lasciato dalle api si dissolve nello stesso tempo necessario al fiore per ricreare il nettare.

In questo video un’ape si ferma su alcini dei tantissimi fiori di un rovo. E molti li salta proprio perché segnalati dalle api che l’hanno preceduta.

 

E-commerce Apicoltura Gardin

Condividi con i tuoi amici!